Chiusura invernale della piscina: cosa fare?

Chiusura invernale della piscina

Tutti i passaggi per una perfetta chiusura inverale della piscina.

Anche se questo autunno ci regala temperature ancora elevate, è comunque il momento di accantonare boxer e bikini e di salutare i tuffi in piscina. Non facciamoci prendere dalla malinconia: i mesi invernali voleranno; concentriamoci, piuttosto, su come preservare la bellezza e la buona salute della nostra piscina durante questo tempo. Ecco, passo passo, tutti i consigli e gli accorgimenti necessari per la messa a riposo e la chiusura invernale della piscina. Ma non temete: solo i primi di una lunga serie.

Il dubbio amletico: la piscina va svuotata oppure no?

Prima della chiusura invernale della piscina, una delle domande più frequenti è proprio questa. Il nostro consiglio è quello di non farlo per questi semplici – ma fondamentali – motivi:

  • La struttura e il liner (rivestimento) della piscina potrebbero rovinarsi o spostarsi;
  • la presenza di sporco (foglie, fango, polvere, insetti, detriti ecc..) aumenta notevolmente;
  • il consumo d’acqua sarebbe maggiore come anche quello dei prodotti chimici da utilizzare alla riapertura.

Per rispondere quindi al dubbio amletico, no, è meglio non svuotare completamente la piscina (a meno che l’acqua non abbia già al massimo 2 stagioni di vita). Se proprio, proprio non si hanno alternative vi suggeriamo di effettuare lo svuotamento e il riempimento (leggete QUI informazioni utili su un corretto smaltimento) all’inizio della nuova stagione calda oppure di lasciare almeno un terzo dell’acqua all’interno della vasca.

Parola d’ordine: cura e pulizia

Prendersi per tempo è uno degli altri consigli utili: approfittate delle giornate ancora lunghe e del clima mite per cominciare a fare una bella pulizia della piscina. Pulite con cura sia il suo interno che l’esterno e non dimenticate nemmeno il vano tecnico. Procedete proprio come fareste durante qualsiasi manutenzione estiva, ma in modo più approfondito. Coprite gli eventuali accessori che non si possono rimuovere o riponeteli in un luogo coperto. E non dimenticate di pulire anche il bordo della piscina. Tutte le macchie e lo sporco, se non rimossi, durante l’inverno si imprimeranno in modo indelebile sulle superfici. Una volta che la piscina e la sua acqua saranno pulite (lasciate in funzione la pompa per almeno 24/48 ore) potrete procedere con le operazioni chimiche.

Chiusura invernale della piscina

Il trattamento chimico dell’acqua

Anche per la chiusura invernale della piscina, i parametri chimici dell’acqua da tenere in considerazione sono quello del pH e del Cloro. Il pH per essere in equilibrio dev’essere  sempre compreso tra 7,2 e 7,4, mentre il cloro deve essere presente nel suo valore normale, compreso tra 0,7 e 1,5 ppm (se necessario effettuare una clorazione d’urto e lasciare acceso l’impianto di filtrazione). Quando questi parametri sono stati sistemati – l’acqua è limpida e pulita – potrete aggiungere il prodotto invernante/svernante (ovvero un mix di antialghe e antincrostante).  L’accorgimento che vi diamo è quello di non immetterlo tutto da un lato ma di distribuirlo un po’ su tutti e e quattro gli angoli della piscina. Fatto ciò, diminuite il livello dell’acqua facendo in modo arrivi sotto gli skimmer e svuotate l’impianto per preservarlo da rotture del gelo. Fatto tutto ciò, via libera con la posa della copertura invernale.

Chiusura invernale della piscina

La copertura invernale

Ed ecco arrivato il momento di coprire la piscina con la copertura invernale.  Ce ne sono di varie tipologie per altrettante tecnologie di posa e fissaggio (ad esempio con i salsicciotti, con i tiranti elastici ecc..). Come scegliere? Dotatevi di un progetto o disegno della vostra piscina e chiedete consiglio ai professionisti del settore se vi rimane qualche dubbio. I fattori da tenere in considerazione – necessità estetiche, strutturali, ambientali, clima meteorologico della zona (c’è sempre tanto vento? tanta pioggia?) – sono tanti, quindi vale la pena farsi aiutare. La cosa da tener bene a mente è che la missione di qualsivoglia copertura è quella di tenere il più possibile pulita la piscina ed evitare l’infiltrazione di luce e la formazione di alghe. Una volta installata la copertura, potrete pulire il sistema di filtraggio, ma per questo capitolo restate sintonizzati: a breve un nuovo post! Keep in touch pool’s people!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code