Evaporazione dell’acqua in piscina

Evaporazione dell'acqua in piscina

Come l’acqua presente in una tazza di tè passa da stadio liquido a stato gassoso, lo stesso avvenimento succede nella vostra piscina. Ma come calcolarlo? Un argomento difficile da analizzare e verificare è l’evaporazione dell’acqua in piscina. La piscina giorno dopo giorno perderà l’acqua dovuto dall’evaporazione naturale o non, che può raggiungere anche livelli sorprendentemente alti.

Quali sono le condizioni e i fattori che tolgono acqua dalla piscina?

I fattori che generano l’abbassamento dell’acqua in piscina sono molteplici possono essere naturali o non naturali, ecco una veloce lista:

  • N° di persona che entrano e escono da una piscina;
  • Presenza di giochi d’acqua o fontane;
  • Temperatura ambientale;
  • Altitudine;
  • Umidità di superficie;
  • Umidità dell’aria;
  • Posizionamento;
  • Vento;
  • Ecc..

Sopra indicati sono i fattori più noti che possono far abbassare il livello d’acqua in piscina fino a 1l/h! Prova ad immaginare: ogni persona che entra e esce dalla piscina ha addosso circa 1 -2 bicchieri d’acqua solo sulla pelle e uno sul costume. Con 5 persone abbiamo già una bella quantità d’acqua che se ne va dalla nostra piscina in aggiunta a questo il sole, l’umidità, il vento, ecc..

Lo sapevi che abbiamo fatto un calcolatore di prodotti chimici! Entra subito e provalo subito Clicca Qui! 

Esiste un calcolo per misurare l’evaporazione dell’acqua?

Malgrado l’importanza di questa valore negli studi idrogeologici, essa è di difficile valutazione.  Ne sono una prova le molteplici formule proposte da vari Autori quali ad esempio quelle di: Thorntwaite-Holzman, di Meyer, di Leather, ecc. Il margine di errore è alto, dato la natura empirica della formula stessa.

Empirica:  Con il termine ricerca empirica (dal greco εμπειρια – esperienza), in filosofia – e non solo -, s’intende un tipo di ricerca che basa le conclusioni sull’osservazione diretta o indiretta dei fatti.

Fonte Wikipedia

Non si tratta di far un calcolo semplice sia chiaro, ma si tratta di calcoli assai complessi con una moltitudine di variabili. Per chi mastica bene l’Inglese vi consigliamo un sito per calcolare “clicca qui” l’evaporazione con fonti e tabelle / diagrammi.

Il secchio d’acqua, la tecnica della “Nonna”

Utilizziamo la tecnica del secchio (è la tecnica della “Nonna” poiché non è ufficiale e non è detto che funzioni) per verificare quanta acqua è evaporata in un lasso di tempo. Sistema un secchio pieno della stessa acqua della piscina su un gradino della piscina (ancoralo con una roccia o un mattone). Segnare il livello fuori e dentro al secchio. Controlla che siano alla pari. Dopo un giorno guarda nuovamente. Questo test va fatto con la pompa accesa e poi ripetuto spegnendola. I valori indicati da questa tecnica non sono precisi poiché che anche l’acqua nel secchio evapora!

Perde o non perde?

Ultima considerazione è il buon senso, se vedete l’acqua scendere rapidamente in una giornata controlliamo di non avere fori o perdite strutturali. Cosa importante da prendere in considerazione prima di allarmarsi sono i bagnanti: se abbiamo una piscina fuori terra e 3 bambini che entrano ed escono dalla piscina è normale che il livello scenda anche di 1 -2 cm. Hai domande o vuoi dei chiarimenti? Scrivi nei commenti sotto.

Potrebbero interessarti anche...

2 risposte

  1. Marina ha detto:

    ciao, una domanda…ho una piscina gonfiabile, nel momento in cui la svuoterò vorrei non sprecare tutta quell’acqua e usarla ad esempio per irrigare l’orto. Se però l’ho sanificata con il cloro, quell’acqua è pericolosa per l’ambiente?o se si lascia per giorni la piscina senza cloro questo evapora e posso quindi svuotare tranquillamente la piscina e utilizzare l’acqua?grazie mille!

    • David ha detto:

      Salve, l’acqua clorata è nociva per l’ambiente è deve essere trattata. Può essere rimessa nell’ambiente solo se il livello di cloro e uguale o inferiore ad 0,22 ppm.
      Si può abbassare il livello del cloro aggiungendo dell’acqua normale o utilizzando dei prodotti fatti per abbassare il livello di cloro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code