Il Falcon Heavy di Space X – Come si comporta l’acqua in assenza di gravità?

Come si comporta l’acqua in assenza di gravità?

La notizia è fresca di pochi giorni fa e c’è da dire che ha dello straordinario. Parliamo della spedizione del Falcon Heavy targato Space X, progetto dell’imprenditore-sognatore Elon Musk. Il mega-razzo alto ben 70 metri è partito verso Marte sulle note di Life on Mars di David Bowie e con sé si è portato pure un auto elettrica Tesla Roadster, rosso fiammante. D’altronde il Falcon Heavy può trasportare carichi decisamente pesantissimi: più di 54 tonnellate in orbita bassa (quella che va dai 160 e 2.000  chilometri dalla Terra) e oltre 22.000 kg nell’orbita geostazionaria (quella a cica 36.000 chilometri di quota). Meglio di lui al momento non ce n’è, nemmeno il razzo che ha portato l’uomo sulla Luna con il programma Apollo della Nasa. In buona sostanza questa missione assicura al nostro futuro la probabilità di portare equipaggi umani in orbita, direzione Pianeta Rosso.

Lo sapevi che… Anche su Marte c’è acqua e pare sia il 2%.

Vi state chiedendo perché ne parliamo proprio qui nel Blog Acquaviva, vero? La risposta è semplice: perché – irrimediabilmente contagiati da questo spirito pionieristico – ci siamo chiesti cosa potrebbe mai accadere se uno di quegli umani-viaggiatori del futuro decidesse di portare o costruire una piscina nella sua nuova villetta a schiera su Marte. In fin dei conti non un pensiero così astruso se considerate che proprio in questo preciso istante c’è una macchina fluttuante sopra le nostre teste (ps. la potete seguire in diretta su youtube/live views of starman).

La Tesla Roadster arrivata nello spazio

E quindi cosa accadrebbe alla nostra piscina? E come si comporta l’acqua nello spazio e in assenza di gravità? Vi lasciamo qualche minuto per scommettere con amici, parenti e conoscenti.

Lo sapevi che… Sulla Terra ci sono 1.5 bilioni di trilioni di litri d’acqua, cioè all’incirca l’equivalente di 800 trilioni di piscine olimpioniche.

Ebbene l’acqua – il liquido più diffuso sulla Terra – in assenza di gravità regala uno spettacolo davvero magico: fluttua a mezz’aria, danzando e ondeggiando sinuosamente, deformandosi e andando a prendere la forma simile a quella di una bolla e ingrandisce le superfici come fa una lente d’ingrandimento. In rete ci sono diversi video-esperimenti in materia, realizzati direttamente dagli astronauti della Stazione Spaziale Internazionale e vale la pena spendere due minuti per vedere di cosa stiamo parlando.

Ecco come si presenta un litro d’acqua in assenza di gravità

Lo sapevi che… L’acqua è presente sulla terra da circa 3 bilioni di anni grazie al cosiddetto Intenso Bombardamento Tardivo: l’acqua ha raggiunto il nostro pianeta attraverso comete ed asteroidi.

Se ci fosse una piscina nello spazio – presumendo che questa sia protetta da un’atmosfera regolare, magari ad esempio dentro una cupola gigante sulla Luna – il galleggiamento si sentirebbe come lo sentiamo sulla Terra, poiché l’altezza dell’acqua che galleggia, dipende solo dalla densità del nostro corpo rispetto a quella dell’acqua, non dalla forza di gravità. Allo stesso modo, anche la sensazione di nuotare sott’acqua sarebbe molto simile a quella che conosciamo: l’inerzia dell’acqua è la principale fonte di resistenza durante il nuoto e l’inerzia è una proprietà della materia, indipendente dalla gravità.

Tutto il resto, però, sarebbe diverso e molto più bello e spassoso: le onde sarebbero più grandi, gli spruzzi più intensi e i nuotatori sarebbero in grado di saltare fuori dall’acqua come i delfini, lanciandosi anche fino a un metro fuori dalla superficie, in una sorta di tuffo al contrario. Insomma, se mai sarà costruita una base lunare, dovremmo assolutamente costruirci una grande piscina.

Certo, l’invio di una piscina d’acqua nello spazio e sulla superficie della Luna, sarebbe davvero molto costoso, ma in buona sostanza non impossibile. Basti pensare che una grande piscina da giardino pesa all’incirca quattro atterraggi lunari Apollo, mentre un razzo heavy-lift di ultima generazione – proprio come lo SpaceX Falcon Heavy di Elon Musk – sarebbe in grado di fornire alla Luna un bacino di buone dimensioni in non troppi viaggi. Il gioco è presto fatto: volete una piscina nello spazio, vista Terra dalla Luna? Non vi resta che prendere contatti con Mr Elon Musk e chiedere un preventivo, ma non dimenticate nemmeno di chiamare anche noi di Acquaviva.

Il Falcon Heavy della Space X

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code