Riapertura della piscina: istruzioni e consigli

riapertura della piscina

La riapertura della piscina ti mette ansia? Ti aiutiamo noi con un vademecum su tutte le cose che ci sono da fare!

Che fretta c’era maledetta primavera cantava Loretta Goggi. Primavera significa soprattutto giornate più lunghe e temperature più favorevoli: tutto quello che serve alla riapertura della piscina insomma. Infatti è il momento giusto per mettersi all’opera (o almeno per mettersi nell’ordine d’idee), pianificare il da farsi e programmare con calma le operazioni. Se ti serve un piccolo incoraggiamento propositivo e qualche dritta di quelle ben assestate, sei finito a leggere il post giusto. Ti aiutiamo noi, cercando di guidarti step by step in tutte le fasi della riapertura, affinché nulla venga saltato o dimenticato. Pronti? Cominciamo!

1 – Via la copertura invernale

riapertura della piscina

Ammesso e concesso che ci sia (QUI ti spieghiamo perché è bene di sì) è tempo di togliere la copertura invernale dalla piscina. Ha svolto bene il suo compito di protezione durante i mesi freddi e quindi ora è giusto che riposi anche lei. Prima di ripiegare la copertura, ti consigliamo di distenderla in una zona senza irregolarità e di lavarla con cura da entrambi i lati. Aiutati con acqua corrente pulita e detergenti non aggressivi e con l’occasione controlla che non si sia rotto o rovinato nulla. Quindi lasciala asciugare bene al sole: così facendo eviterai il formarsi di muffa e umidità. Una volta fatto, piega la copertura, mettila nella sua custodia e trovale un posto al chiuso e riparato.

Cospargi un po’ di borotalco sul lato della copertura che resterà all’interno una volta piegata.

2 – Pulisci le pareti e il fondo della piscina

riapertura della piscina

Le operazioni di pulizia, dipendono se vedi la piscina mezza vuota o mezza piena. In altre parole se hai svuotato la vasca o se hai lasciato l’acqua (speriamo almeno coperta). A non cambiare è il fatto che queste pulizie di fondo e pareti vanno svolte con particolare cura. Tra incrostazioni di calcare e sporco organico di qualsiasi tipo, ti consigliamo di munirti degli strumenti e dei prodotti adatti al compito. Detergenti, sgrassanti, retini, spazzole, robot pulitori e chi più ne ha più ne metta. Attenzione però ai rivestimenti: testate i prodotti su un piccolo angolo per controllare che non scoloriscano o corrodano il materiale.

Non dimenticare di pulire anche altri componenti importanti della piscina, come filtro, skimmer, canaline, tubazioni & co.

3 – Diventa il piccolo chimico: fai la clorazione d’urtoriapertura della piscina

Se hai il “brevetto del piccolo chimico” e se hai una piscina, sai sicuramente di cosa si sta parlando. L’iperclorazione è tappa obbligatoria per preparare l’acqua della piscina alla riapertura. La missione di questo trattamento chimico, infatti, è quella di sterilizzare e disinfettare l’intera struttura, eliminando ogni residuo rimasto. Normalmente lo si fa proprio in coincidenza dell’inizio della stagione o magari successivamente a qualche evento particolare che ha alterato lo stato dell’acqua. QUI ti aiutiamo a capire meglio come trattare l’acqua della piscina, tra cloro, pH, antialghe e flocculante.

Durante la normale stagione di utilizzo della piscina (salvo casi particolari) ti basterà fare una normale disinfezione all’incirca ogni due settimane.

4 – Sistema di filtrazione: funziona tutto?riapertura della piscina

Prima di mettere in funzione tutto l’impianto di filtrazione, occorre controllarlo a quattrocchi in ogni sua parte (pompa, filtro, prefiltro…). Prima di partire con il consueto standard  riservato al sistema di filtrazione, infatti, è buona regola e abitudine verificare il suo stato e le condizioni della massa filtrante. Effettuare un controlavaggio ti aiuterà nel processo.  Visto che ci sei – se ce l’hai – controlla gli strumenti per la dosatura automatica dei prodotti chimici. (Se non sai come sostituire la sabbia del filtro, leggi QUI).

Non dimenticare di controllare anche la pressione del manometro sul filtro!

5 – Controlla valori e livello dell’acquariapertura della piscina

Ripeti con noi: pH e cloro sono tuoi amici. Sono i due parametri che ti permettono di mantenere in equilibrio e in salute l’acqua della tua piscina. Il pH deve essere compreso in un valore tra 7,2 e 7,4 e va regolato con gli appositi regolatori. Il valore del cloro libero, invece, non dev’essere massimo 1,5 ppm. Il cloro è disponibile in diverse varianti, scegli quello che più si addice alle tue esigenze e a quelle della piscina.

Se i valori non tornano, prova a leggere QUI quale può essere il motivo e come sistemarlo.

6 – Appello accessori: hai tutto ciò che ti serve?

riapertura della piscina

Ci sei, ce l’hai quasi fatta: la riapertura della piscina procede a gonfie vele e adesso arriva la parte più divertente. Gli accessori. Tira fuori tutto quello che hai già a casa e – perché no – sbircia qualche chicca della nuova stagione. Scaletta, trampolino, dotazioni del locale tecnico, illuminazione: fai un check up generale e considera di concederti qualche sfizio in più. Magari un Led colorato, oppure una doccia o un impianto di riscaldamento solare.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code