A tu per tu con il liner per piscina

Liner per piscina

Liner per piscina: conosciamo meglio questo prodotto

Visto l’imminente – o già eseguita – riapertura della piscina è meglio cogliere l’occasione al balzo per controllare che sia tutto in ordine e ben funzionante. Spesso, infatti, è proprio in questa fase che ci si accorge se qualche pezzo, componente, materiale è danneggiato o usurato dal tempo. Una delle prime verifiche da fare coinvolge proprio il Liner per piscina. Inutile dire che se questo è rovinato, occorre sostituirlo, ma magari semplicemente si desidera cambiarlo per dare un nuovo aspetto alla struttura. Cosa c’è da sapere allora? Quali fattori bisogna considerare in materia? Vi aiutiamo noi!

Liner per piscina

Qual è il liner giusto per la mia piscina?

A ogni piscina il suo liner. Per trovare quello che riesce a soddisfare al meglio desideri e aspettative, bisogna sicuramente partire della misure della piscina di riferimento. E con misure ci riferiamo al diametro, all’altezza, alla lunghezza della piscina, anche in base alla sua forma (circolare, ovale, rettangolare…). Ma non si deve nemmeno trascurare lo spessore del liner per piscina: questo dato può variare tra i 0,2 e i 0,6 mm. Sembra poca cosa e invece – in termini di resa e prestazioni – può incidere parecchio. Un liner sottile in linea di massima tende a durare un po’ meno. In ogni caso è sempre bene riservare particolare cura al trattamento e alla manutenzione del liner in modo da farlo durare più a lungo.

Con il passare del tempo i prodotti chimici per la piscina corrodono la superficie del liner, che di conseguenza comincia a deteriorarsi e a cedere. Un liner dallo spessore medio (0,4 mm) dura all’incirca 4 anni (sempre se ben tenuto)!

Liner per piscina

Scegliere il liner o altri rivestimenti per la piscina?

Di solito per una piscina fuori terra o interrata si sceglie il liner perché è facile da montare e mantenere e non sacrifica stabilità, sicurezza e resistenza. Il liner, infatti, è un elemento staccato dalla struttura della piscina e il suo compito è quello di adattarsi con versatilità. Inoltre, rispetto a rivestimenti “più pregati”, il liner ha dei costi abbastanza contenuti e si può sostituire senza grandi imprese alla bisogna. Anche la sua installazione non richiede troppa fatica o scienze particolari: ci sono diversi sistemi per farlo e dipende dal modello e dal produttore scelto. Ad esempio, con il sistema colgante il liner viene agganciato al bordo della struttura con una guida a “u”  che lo blocca, mentre il sistema overlap fissa il liner con clip o mollette e consente di regolarsi in autonomia per il suo posizionamento ed è pertanto il metodo più flessibile.

Fate sempre attenzione che non ci siano delle piegature durante la fase di installazione e controllate che il liner sia ben teso!

liner per piscina

Sistema Colgante

liner per piscina

Sistema Overlap

La pulizia e la gestione del liner

Particolare attenzione all’umidità, alle muffe e alle incrostazioni di calcare: sono queste le principali nemiche del liner, che possono danneggiarlo irrimediabilmente. Ovviamente in commercio esistono vari prodotti chimici specifici e soprattutto non aggressivi. Se si utilizza un prodotto nuovo per la prima volta, vi consigliamo di farlo prima su un angolino del liner per vedere se questo scolorisce o meno.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code